Camera di Commercio di Ferrara
 
Azioni sul documento

I cronotachigrafi digitali e le "officine crono"

I cronotachigrafi digitali stanno sostituendo quelli analogici sui mezzi con portata superiore alle 3,5 t e su quelli destinati al trasporto di più di nove persone. Spetta alle Camere di Commercio il rilascio delle carte tachigrafiche del conducente, dell’azienda, dell’officina e degli organi di controllo (Polizia Stradale, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale, ecc.). L’autorizzazione ad intervenire sui cronotachigrafi digitali è rilasciata alle officine che ne facciano istanza dal Ministero dello Sviluppo Economico e rinnovata dalla Camera di Commercio, che si occupa anche della sorveglianza.

 

Che cosa è

Il cronotachigrafo digitale è uno strumento che serve per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri. L’obbligo del cronotachigrafo digitale riguarda tutti i veicoli adibiti al trasporto su strada di merci per conto proprio o per conto terzi (veicoli di portata superiore alle 3,5 tonnellate) e di viaggiatori (veicoli con capienza superiore ai 9 posti). Lo strumento è formato da due elementi fondamentali per il suo utilizzo:

  • un’unità veicolo: è un apparecchio simile ad un’autoradio o ad un lettore cd, che comprende due lettori smart-card, un selettore d’entrata manuale, uno schermo per la visualizzazione dei dati e una piccola stampante;
  • una smart-card (carta tachigrafica).

 

Le competenze delle Camere di Commercio

  • rilascio delle carte tachigrafiche;
  • verifica della conformità degli apparecchi di controllo e delle carte tachigrafiche ai rispettivi modelli omologati;
  • verifica della rispondenza delle apparecchiature delle officine e dei montatori autorizzati e la regolarità delle loro attività in sede di montaggio, riparazione, verifica e controllo;
  • istruttoria preventiva per il rilascio dell’autorizzazione da parte del MAP ai centri tecnici per la riparazione ed il controllo periodico dei cronotachigrafi digitali, inclusa la determinazione degli errori;
  • rinnovo annuale di tale autorizzazione, previa verifica della permanenza dei requisiti.

 

Entrata in vigore e fonti normative

Dal momento dell’entrata in vigore dell’obbligo di utilizzo del cronotachigrafo digitale (1° maggio 2006 - Reg CE n. 561 del 15 marzo 2006 pubblicato sulla GUCE del giorno 11 aprile 2006), tutti i veicoli di nuova immatricolazione devono essere muniti di tale apparecchio di controllo e sono rilasciate autorizzazioni solo alle officine che hanno i requisiti prescritti per le operazioni di montaggio e riparazione dei cronotachigrafi digitali.

  • Regolamento CEE n. 3820/85, relativo all’armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale nel settore dei trasporti su strada
  • Regolamento CEE n. 3821/85, relativo all’apparecchio di controllo nel settore dei trasporti su strada
  • Regolamento CE n. 2135/98 del 24 settembre 1998 che ha modificato il regolamento n. 3821/85 sulle apparecchiature di controllo, introducendo il nuovo dispositivo digitale. Tale regolamento è completato da un allegato di natura tecnica (allegato 1B) che definisce le caratteristiche funzionali e tecniche dell’apparecchio, oltre che gli obblighi in materia di sicurezza e di operatività.
  • DM 31 ottobre 2003, n. 361, disposizioni attuative del reg CE 2135/98 modificativo del reg CEE 3821/85
  • DM 11 marzo 2005, sulle Modalità e condizioni per il rilascio delle omologazioni dell'apparecchio di controllo e delle carte tachigrafiche, nonché delle autorizzazioni per le operazioni di montaggio e di riparazione,
  • DM 23 giugno 2005 sulle Modalità per il rilascio delle carte tachigrafiche e per la tenuta del Registro
  • DM 29 luglio 2005 sull'istituzione del diritto di segreteria per le attività camerali sul cronoachigrafo digitale
  • Decreto del 3 agosto 2005 del Direttore Generale della Direzione Generale per l'armonizzazione del mercato e la tutela dei consumatori per l’approvazione dei modelli per la domanda di rilascio delle carte tachigrafiche

 

Officine autorizzate

Officine autorizzate ad operare sui cronotachigrafi nel territorio provinciale

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

C.F. 04283130401

Partita Iva 04283130401

IBAN IT 83 N 06010 13200 100000300122
Codice Univoco ufficio: ST9NPX

Privacy

Camera di Commercio della Romagna

Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini

Tel. 0541/363711 Fax. 0541/363723
Posta elettronica certificata:
cameradellaromagna@pec.romagna.camcom.it