Camera di Commercio di Ferrara
Tu sei qui: Portale Regolazione del Mercato e diritto annuale Sanzioni amministrative Ordinanza - Ingiunzione
 
Azioni sul documento

Ordinanza - Ingiunzione

 

Qualora il sanzionato non abbia ottemperato alla richiesta di pagamento "in misura ridotta" contenuta nel verbale di accertamento, il processo verbale è riesaminato sotto il duplice profilo della regolarità formale e dei presupposti di merito che giustificano l'irrogazione della sanzione.

In questa fase sono valutati gli eventuali scritti difensivi e le risultanze dell’audizione personale, se richiesta.

Sulla base di questa istruttoria viene emesso un provvedimento che può essere:

  • un’ordinanza di archiviazione, qualora vengano rilevati vizi di forma nella redazione o nella notifica del verbale, o non vengano riconosciuti i presupposti dell’illecito;
  • un'ordinanza - ingiunzione di pagamento, se il verbale di accertamento è corretto e viene riconosciuta la sussistenza degli estremi di fatto e di diritto che integrano la violazione. Quando la legge non stabilisce univocamente l'importo della sanzione, ma lo individua tra un minimo ed un massimo, l'ammontare effettivo della sanzione è determinato nell'ordinanza - ingiunzione secondo i criteri di graduazione di cui all'art. 11 della legge 689/1981.

Il pagamento dell’ordinanza ingiunzione deve essere effettuato entro 30 giorni dalla notifica della stessa con le  modalità previste per il pagamento del verbale.

Contro l’ordinanza - ingiunzione, gli interessati possono presentare opposizione, in funzione della violazione commessa, davanti al Giudice di Pace o il Tribunale competenti per territorio, entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento (artt. 22 e 22bis della legge 689/1981). L'Autorità giudiziaria adita ha il potere di riesaminare completamente la posizione e annullare, confermare, o modificare l'importo dell'ordinanza emessa. Il ricorso non è sospensivo dell'esecuzione forzata, a meno che il Giudice non lo disponga espressamente.

Il decorso del termine di 30 giorni dalla notificazione senza che l'interessato abbia integralmente ottemperato alla richiesta di pagamento, o abbia impugnato l'ordinanza - ingiunzione, determina il diritto-dovere dell'Amministrazione a procedere alla riscossione coattiva delle somme non versate tramite iscrizione a ruolo ed emissione della cartella esattoriale.

Dilazione di pagamento - rateizzazione

L’interessato che si trovi in condizioni economiche disagiate può presentare domanda di rateizzazione in carta libera della sanzione (da un minimo di  3 a un massimo di 30 rate), fermo restando che in ogni momento il debito può comunque essere estinto con unico pagamento. Qualora non venga effettuato il pagamento anche di una sola rata, l’obbligato è tenuto al pagamento della sanzione residua in un’unica soluzione.

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

C.F. 91030270408

Partita Iva 02355820404

IBAN 24 R 03127 24200 000000001584

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Rimini

Tel. 0541/363711 Fax. 0541/363723
Posta elettronica certificata:
camera.rimini@rn.legalmail.camcom.it